Estintori a polvere

L’estintore è composto da una bombola contenente una miscela di bicarbonato di sodio e polvere inerte (fosfato di monoammonio) e la pressione interna permanente è data da una carica di azoto ad una pressione di circa 15 bar. L’estintore a polvere interviene sul principio di incendio formando una crosta che, “indurendosi”, soffoca il fuoco.

Sotto l’impugnatura dell’estintore è visibile un manometro col quale è possibile tenere sempre sotto controllo il valore della pressione presente. Se la lancetta si trova nel settore verde, i valori della pressione sono ottimali. Questo tipo di controllo rientra fra le ispezioni da svolgersi mensilmente. Ogni sei mesi, invece, gli estintori devono essere verificati da un incaricato della azienda produttrice, che procederà alla vidimazione sull’apposito cartellino, posto sul collo dell’estintore